Troi dei cippi della Serenissima

Troi dei cippi della Serenissima

indicazioni color rosso (tratteggiato)

tambreInteresse    Archeologico - ambientale
Sviluppo    Dal cippo A passando per i cippi B/C/D, Km 5
Dal Cippo D al Cippo E (Baracche Mognol ) K
m 3
Dislivello    In entrambi i casi mt. 400
Difficoltà    medio
Fondo    Strada sterrata dai cippi A/B, sentiero 926 da B/C, traccia di sentiero C/D , strada boschiva
sentiero 923 tratto cippi D/E. Rientro possibile lungo strada boschiva 923 della Val de Piera
Tempo di percorrenza    Indicativo 3,5 ore


 
Cippo A : Davanti sede Alpini Sant’Anna
Cippo B : Davanti Malga Pradosan
Cippo C : Lungo il sentiero 926 sulla sinistra
Cippo D : Testa di leone scolpita è nel bosco (in discesa)
Cippo E : A poca distanza dalle Baracche Mognol

Nel 1548 la nazionalizzazione del Cansiglio a bosco pubblico a disposizione dell’Arsenale di Venezia richiese la delimitazione precisa dei suoi confini. Dei Cippi posti intorno alla Foresta ( oltre un centinaio), quelli esistenti, visibili, nel Comune di Tambre, sono 5.
Essi sono stati marcati da più Rettori nell’arco di circa 250 anni, su rocce affioranti non spostabili. In seguito abbandonati perché inutili, ricoperti di muschio e nascosti, sono stati recentemente recuperati e resi visibili dal ripasso in rosso delle incisioni simboliche.

I sentieri sono seguiti e mantenuti dalla Proloco Tambre
Per informazioni sui percorsi
Tel 3314400840
mail info@prolocotambre.it

Data

29 Marzo 2017

Tags

media difficoltà

Questo sito fa uso di cookie per una tua migliore esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito, accetti la nostra policy di uso dei cookie.