Itinerari trekking impegnativi

itinerari trekking impegnat
Itinerari trekking impegnativi



13 Dal Dolada al Col Mat

Luogo di partenza: Rifugio Dolada - Durata: ore 3-4  - Dislivello: 500 m

Lungo questo itinerario, consigliato solo ai camminatori preparati che non soffrono di vertigini, possiamo godere di splendide fioriture, in particolare nella tarda primavera, sempre con la vista che spazia tra le Dolomiti e il mare Adriatico. Partiamo dal Rif. Dolada e imbocchiamo il sentiero Cai 905. Lo manteniamo sino ad un bivio, prendendo la traccia di destra: siamo ora lungo il tracciato che fiancheggia la dorsale e che si avvia verso la Forcella prossima al Col Mat. Tale percorso denominato Sentiero Naturalistico Val Galina-Dolada dispone di alcuni pannelli informativi presenti lungo il tracciato che illustrano le caratteristiche naturalistiche della zona. Il sentiero termina in Val Galina e Soverzene, noi però ci limitiamo a giungere alla forcella. Per tornare al rifugio riprendiamo ora il sentiero Cai 905 che segue sul lato nord portandoci alla Forcella Dolada. Dalla forcella, sempre in mezzo a splendidi fiori, scendiamo al Rifugio in una ventina di minuti. Suggestivo è anche il percorso in cresta tra le due forcelle, ma essendo molto esposto è consigliabile solo agli escursionisti esperti.




14 Il Rifugio Semenza e dintorni

Luogo di partenza: Malga Pian Lastre - Durata: 5 ore (6 se si passa da Cas. Palantina, 8 per il giro della Val Salatis) - Dislivello: 800-1000 m

Stupenda ascensione all’unico rifugio alpino dell’Alpago raggiungibile solo a piedi. Partiamo da Malga Pian de Lastre, Pian Grant o anche dal comodo piazzale di Col Indes e prendiamo la strada prima e il sentiero cai 926 dopo. Attraversiamo prima i pascoli di Pradosan e poi ci inoltriamo nel bosco, sempre in salita decisamente ripida. forcella-Lastè475Ad un certo punto si entra decisamente in un vallone (alta Val de Piera) su sentiero pietroso, dove bisogna prestare attenzione. Lasciata sulla destra la traccia in salita che giunge dal Sasson de la Madonna, dopo circa 2,5-3 ore dalla partenza (dipende dal passo) arriviamo al rifugio Semenza, posto poco sotto la forcella Lastè. Per il ritorno possiamo riprendere il sentiero di andata o imboccare, dalla deviazione appena citata, il sentiero cai 923 che scende al Sasson e alle Baracche Mognol. Da qui in un percorso di sottobosco si torna al punto di partenza. In alternativa si può scendere per il sentiero cai 922 e Cas. Palantina o attraverso la splendida e selvaggia Val Salatis.




Scarica il pdf della cartina dell'alpago con tutti i percorsi >>>




 

Questo sito fa uso di cookie per una tua migliore esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito, accetti la nostra policy di uso dei cookie.